Ho premuto il naso verso la piccola finestra rotonda e ho guardato oltre nella stanza buia. Qualcosa di strano sembrava accadere. L'addetto al chiosco stanco al mio fianco riuscì solo a sorridere. Aveva già visto tutto prima.

Guardando più da vicino mi sono reso conto che una versione animata di una storia di Jules Verne stava giocando su uno schermo. Immagini ingenue, in bianco e nero danzavano su di esso, dipingendo il magro pubblico con una lucentezza tremolante e argentea.

Leggi di più